Come cuocere la pizza nel forno a legna: il tutorial

Patrimonio dell’umanità per l’Unesco, la pizza è oggi più che mai uno dei cibi più apprezzati dagli italiani e non solo. Alta e soffice, bassa e croccante, margherita, marinara, con le verdure o con il prosciutto, ormai le varianti sono davvero infinite e ognuno ha la possibilità di scegliere quella che più si adatta ai propri gusti. Ma qual è il segreto di tutto questo successo? Semplice, la cottura! In realtà anche gli ingredienti di qualità fanno la differenza, ma provate a mangiare una pizza cotta male e capirete il perché di tale risposta.

In questa breve guida, scopriremo tutti i segreti di una pizza cotta a regola d’arte e di come una cottura nel forno a legna faccia realmente la differenza.

Non tutti i forni a legna sono uguali, alcuni fanno la differenza
Se da un lato i passaggi della cottura sono fondamentali per ottenere una pizza perfetta, è importante ricordare come la qualità del forno sia la ciliegina sulla torta. 
Cuocere bene una pizza significa prima di tutto non rovinare tutto il lavoro svolto durante la lievitazione: grazie infatti alle temperature altissime (mai al di sotto dei 300°), la cottura avviene in tempi brevissimi ottenendo un prodotto finito ben digeribile.

E se gustare una buona pizza è ormai uno dei piaceri della vita, è altresì rilevante scegliere un forno che garantisca tutto quello che abbiamo appena raccontato: i forni a legna di www.zio-ciro.com sono realizzati con materiali di altissima qualità e soddisfano tutti i requisiti per una vera pizza all’italiana. I modelli disponibili sono diversi, alcuni sono ideati per uso domestico, altri studiati per uso professionale.

Gli Step per cuocere una pizza a regola
Non ce ne vogliano le altre pizze, ma la pizza cotta nel forno a legna non ha rivali: morbida ma croccante al tempo stesso e con un inconfondibile aroma, la pizza preparata con questa cottura rispetta le tradizioni e ha un gusto unico. A differenze delle altre cotture più lunghe, come ad esempio avviene in un forno a gas o elettrico, l’impasto nel forno a legna viene cotto in poco più di 
60 secondi, con una temperatura che varia dai 380° fino ad arrivare addirittura a 450°. Il calore massimo cambia da forno a forno: più ci allontaniamo dalla fiamma più chiaramente la temperatura scende, ed è per questo che la pizza durante la cottura non deve essere lasciata sempre nello stesso punto.

A differenza di quanto si possa pensare, la cottura della pizza è una vera e propria arte.. Ma arriviamo al nodo cruciale: come si cuoce una pizza nel forno a legna?

1. Una volta steso l’impasto, e condito con gli ingredienti richiesti, è necessario infarinare leggermente la pala per evitare che il disco di pizza si attacchi e non scivoli con facilità all’interno del forno, che ricordiamo deve essere caldissimo.

2. Dopo aver posizionato la pizza sopra la pala, è necessario pizzicare con delicatezza i bordi e stendere leggermente la circonferenza della stessa.

3. Con movimenti decisi, ma allo stesso tempo delicati, far scivolare la pizza dentro il forno. Per i primi 20/30 secondi è necessario che la pizza sia più possibile vicina al fuoco diretto, il caldo permetterà di cuocerla senza rovinare in nessun modo la lievitazione.

4. Trascorsi 20/30 secondi è importante allontanare la pizza dal fuoco vivo e avvicinarla all’uscita per circa 20 secondi.

5. Passato quasi il minuto totale, è fondamentale sollevare la pizza con la pala e, con movimenti circolare, finirla di cuocere nella parte alta del forno. In questo modo vengono conferiti alla pizza gli aromi della brace e si raggiunge una cottura ottimale.

Pubblicato in Food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.