Ferragosto: cosa preparare per il menù

Decidere un menù di ferragosto può essere più complesso di quanto sembri. Il caldo non aiuta: la voglia di attaccarsi a forno e fornelli in estate si riduce al minimo. Sicuramente ad andare per la maggiore sono, tra i primi, l’insalata di riso, un piatto tipico della cucina italiana che si prepara con diversi ingredienti tra cui riso, verdure, formaggio e salumi, e l’insalata di pasta, che è molto simile a quella di riso, a parte il fatto che è fatta con penne, rotelle o fusilli al posto del cereale. Entrambi i piatti possono contenere pomodori, cetrioli, peperoni e cipolle e, tra i condimenti, olio d’oliva, aceto, sale e pepe. Naturalmente un must sono gli antipasti, come le torte salate fredde, i formaggi o i salumi. Comunque, non piatti caldi.

Per quanto riguarda il secondo, il metodo di cottura ad andare per la maggiore è il barbecue. Tanto è vero che, con il passare del tempo, sembra essere diventato quasi una tradizione. Del resto, il barbecue ha due grandi vantaggi: può essere fatto all’aperto, in giardino o al parco (se consentito) e, soprattutto, può essere utilizzato per cuocere una grande varietà di cibi, inclusi hamburger, hot dog, bistecche, pollo, maiale e pesce. In alternativa al barbecue, possono essere utilizzati una griglia o una piastra calda. Un’altra opzione per cucinare nel mese di agosto, e quindi anche il 15 del mese, è quella di ricorrere a un forno a microonde.

Che differenza c’è tra un barbecue e una griglia?

Si tratta di due metodi di cottura che sono stati spesso considerati sinonimi; tuttavia, il barbecue consente di cuocere bene tutti i lati della carne, mentre la griglia cuoce la carne solo da un lato.

Questo è un aspetto da tenere sicuramente in considerazione, anche se entrambi garantiscono ottime prestazioni. Quale scegliere? Certamente quella che si ha a disposizione!

Carne o pesce? E per contorno?

Visti i metodi di cottura, possiamo passare al menù vero e proprio.

Le possibilità sono due: scegliere dei piatti di carne, bianca o rossa o entrambe, o di pesce. Certo, dipende dai gusti personali. In generale possiamo dire che le carni rosse hanno un sapore più intenso rispetto a quelle bianche e sono generalmente più costose. Le carni bianche sono più morbide e facili da digerire; il pesce è ricco di proteine, vitamine e minerali, ma povero di grassi saturi. Esiste anche del pesce grasso, come l’halibut, il salmone e il tonno, che hanno mediamente un sapore più intenso.

Rimanendo sul barbecue di pesce, quest’ultimo ha una preparazione molto semplice e veloce. Si tratta di un piatto molto versatile che può essere servito come antipasto, come secondo o come piatto unico. Può essere preparato con diversi tipi di pesce e può essere accompagnato da diverse salse e contorni. Per chi sceglie di cucinare pesce, c’è un must assoluto, un piatto di gran classe: i gamberoni al forno o alla brace, che proprio non possono mancare sulla tavola degli italiani il giorno di Ferragosto!

Passando al contorno, in estate, quando fa caldo, si tende a mangiare più verdure crude. Verdure come il sedano, i pomodori, le carote, le melanzane e il radicchio sono tutti ottimi ortaggi, come lo sono le zucchine, i peperoni e i broccoli. Tuttavia, in questo caso, si può sfruttare il calore del barbecue per grigliarle. Un esempio è quello delle melanzane: sono ortaggi davvero versatili: possono essere preparate per pranzo e cena, come antipasto o come insalata, come condimento per una pasta fredda o in una insalata di riso. Ma possono anche essere grigliate. In questo caso sono molto saporite e possono essere utilizzate per farcire tanti piatti gustosi e diversi tra loro.

Pubblicato in Food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.