Elettricità: la top 7 dei fornitori

Utilizzando dei comodi comparatori di tariffe online ci sarà possibile individuare le migliori offerte presenti sul mercato. I provider o fornitori migliori sono quelli che si adattano maggiormente alle nostre esigenze ed abitudini di consumo. Non è facile in piena autonomia fare tutte le dovute valutazioni per capire quale sia il gestore che fa maggiormente al caso nostro. In ogni caso esistono sette fornitori che oggettivamente parlando presentano costi e servizi ottimi, pariamo della top 7. In questa classifica collochiamo i seguenti fornitori luce e gas:

  • Enel;
  • Enigaseluce;
  • Iren;
  • Iberdrola;
  • Illumia;
  • bluenergy;
  • green network energy.

Iren rappresenta un ottimo fornitore, che rientra nei primi tre della classifica. Nel suo caso è importante distinguere tra Iren per il mercato libero e Iren a maggior tutela.

Iren maggior tutela: cosa c’è da sapere sul Libero Mercato

Il contratto con Iren a maggior tutela, è il successore del contratto luce e gas che si firmava quando l’erogatore del servizio e il distributore erano lo stesso Ente. Si stabiliva in questo caso una sola tariffa che valeva per ciascun servizio. Grazie al Mercato Libero, chi lo desidera può decidere di diventare un fornitore o provider. Questo deve consentire al futuro cliente di scegliere il tipo di tariffa. Diverse compagnie presentano sui propri siti delle aree dedicate proprio a questi aspetti, come ad esempio Iren. Nel suo caso avremo tutte le informazioni necessarie sul rapporto tra il fornitore e la maggior tutela.

Questo servizio protegge il consumatore e prevede una tariffa che cambia di anno in anno. Questa variazione non dipende però dalle oscillazioni di mercato, ma solo ed esclusivamente dal volere dell’Autorità per l’Energia Elettrica. Se superiamo inoltre una certa soglia di consumo in base a fascia oraria anche, nulla di tutto questo andrà ad incidere sul costo finale. Questa formula di solito viene firmata da utenti privati per la propria abitazione, in quanto per sentirsi più protetti preferiscono optare per le soluzioni di Iren maggior tutela.

Maggior tutela e i cambiamenti di mercato: novità e accorgimenti

Impossibile dire con assoluta certezza se convenga di più optare per il mercato libero o il contratto a maggior tutela. Infatti tutte e due le soluzioni possono essere vantaggiose, in quanto ci consentono di risparmiare molto. Sicuramente questo è il momento migliore per trovare sul mercato libero offerte e soluzioni adatte a noi. Questo perché a partire da gennaio 2022, non sarà più concesso firmare contratti a maggior tutela. La cosa interessante è che chi passa al mercato libero nei prossimi mesi, avrà un congelamento delle tariffe di almeno un anno, in base al provider che desidera offrire il servizio. Possiamo inoltre decidere in modo meno vincolante, se ci conviene scegliere una tariffa monoraria oppure bioraria. Se ad esempio stiamo spesso fuori casa, ci converrà firmare una tariffa bioraria che va a consumo. Si paga sempre e solo quello che effettivamente si consuma, in base a fasce orario e all’uso di luce e gas. Per coloro che stanno spesso in casa, questa formula però non sarà affatto conveniente.

Conclusione

Affidandosi a comparatori di tariffe online, risulta molto comodo destreggiarsi tra la miriade di fornitori presenti sul mercato. Soprattutto dal 2022, questo strumento sarà di necessaria importanza per valutare al meglio il gestore più adatto a noi. Iren è una delle migliori compagnie luce e gas presenti sul mercato, e quando terminerà il servizio di maggior tutela, dovremo sapere come comportarci. Sicuramente uno dei vantaggi sarà quello di avere accesso a costi più bassi e di avere maggiore fluidità di movimento. È anche vero però, che la maggior tutela rappresenta un luogo di protezione dove poterci sentire al sicuro in ogni momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *